Lipoaddominoplastica

Tecnica chirurgica innovativa che oltre a rendere nuovamente piatta e tonica la pancia e tutta le regione addominale rimodella anche il punto vita, a fronte di un invasività e un tasso di complicanze drasticamente minori rispetto alla tecnica di addominoplastica standard.

Spesso una pancia ridondante e poco attraente è la conseguenza di uno stile di vita sedentario e poco attento alle abitudini alimentari, ma in molteplici casi è anche l’esito di disordini metabolici ed ormonali, di una o più gravidanze, di dimagrimenti di notevole entità. Purtroppo quasi sempre nonostante impegnative diete e costanti attività sportive, molte donne non riescono a rimettere in piena forma la propria pancia. Infatti il tessuto adiposo localizzato in tale regione tende a riassorbirsi molto lentamente e mai totalmente. Peraltro anche quando grosse pance subiscono importanti dimagrimenti esitano sempre in condizioni di flaccidità cutanea esteticamente poco piacevoli.

Focus

Dove

  • Sala operatoria (massimi standard di sicurezza e igienico-sanitari)

Degenza

  • Day Surgery (intervento e dimissione stesso giorno)
  • Ricovero con notte (solo su richiesta paziente)

Anestesia

  • Anestesia generale

Cicatrici

  • Lineare orizzontale tra le spine iliache e mascherata dallo slip

Durata

180 minuti

Decorso

  • Fastidi/dolori 3-4 giorni (attenuati dalla terapia)
  • Riposo domiciliare 1 settimana
  • Gonfiore 4-8 settimane
  • Assestamento definitivo 6-8 mesi

Attività

  • Doccia dopo 8 giorni
  • Guida dopo 8 giorni
  • Lavoro ufficio dopo 10 giorni
  • Lavoro fisico dopo 20 giorni
  • Attività sportive dopo 5-6 settimane

LE INDICAZIONI

Addomi maschili e femminili che presentano lassità cutanea con eventuale deposito adiposo sottostante. L’eccesso di cute può essere localizzato solo al di sotto dell’ombelico o anche al di sopra di esso.

LA VISITA

Si valuta la quantità di cute in eccesso, l’eventuale localizzazione in sede sotto-ombelicale o anche sopra-ombelicale, la presenza di grasso sottostante la cute, il grado di continenza dei muscoli retti dell’addome sotto la spinta dei visceri sottostanti. Ne consegue quindi la programmazione di una mini-addominoplastica nel caso di un lieve eccesso cutaneo della regione sotto-ombelicale, di un’addominoplastica completa con riposizionamento dell’ombelico nel caso di eccesso cutaneo diffuso, e con eventuale plicatura dei muscoli retti dell’addome se la parete muscolare non contiene sufficientemente i visceri.

GALLERY

LE COMPLICANZE

Sono rare ma è fondamentale che il/la paziente ne sia consapevole. Le principali sono cicatrici di cattiva qualità, alterazioni della sensibilità, necrosi dell’ombelico, trombosi profonde. Nel caso in cui tali complicanze dovessero manifestarsi, esse sono tutte gestibili e risolvibili, ma è necessario affidarsi a professionisti che dediti con passione e senso etico-medico al loro lavoro sappiano essere in ogni momento reperibili e disponibili al paziente che necessita rassicurazioni e soluzioni ai rari eventuali disagi post-operatori.

Per maggiori informazioni contatta lo Specialista Dott. Vincenzo Galante che risponderà in prima persona.

Privacy