Rinoplastica

additiva

Il naso rappresenta l’elemento dominante di ogni viso con la sua posizione centrale. Assume caratteristiche uniche in ogni individuo. Quando tali caratteristiche si discostano eccessivamente dai canoni anatomici usuali vengono considerate come difetti, che alle volte possono alterare e rendere meno gradevole tutto il viso.

La rinoplastica è l’intervento che modellando le componenti ossee, cartilaginee e molli del naso corregge appunto tali difetti restituendo al viso un’immagine proporzionata e piacevole.

Focus

Dove

  • Sala operatoria (massimi standard di sicurezza e igienico-sanitari)

Degenza

  • Day Surgery (intervento e dimissione stesso giorno)
  • Ricovero con notte (solo su richiesta del paziente)

Anestesia

Anestesia generale

Cicatrici

Interne alle narici
  • Tecnica chiusa
Base columella
  • Tecnica aperta

Durata

  • 90-120 minuti
  • Decorso

    • Fastidi/dolori 3-4 giorni (attenuati dalla terapia)
    • Riposo domiciliare 1 settimana
    • Gonfiore 4 settimane
    • Assestamento definitivo 4-6 mesi

    Attività

    • Doccia dopo 2 giorni
    • Guida dopo 2 giorni
    • Lavoro ufficio dopo 7 giorni
    • Lavoro fisico dopo 20 giorni
    • Attività sportive dopo 5-6 settimane

     

    LE INDICAZIONI

    Qualsiasi difetto della piramide e della punta nasale, congenito o acquisito a causa di traumi o di precedenti interventi, può essere trattato con l’intervento di rinoplastica. Per cui un naso eccessivamente largo, storto o lungo, con un gibbo evidente, con una punta globosa o pendente può migliorare solo ricorrendo alla chirurgia acquistando proporzione e armonia con tutto il resto del viso, ma soprattutto naturalezza.

    LA VISITA

    Rappresenta il momento più importante per inquadrare il difetto a carico del naso, stimarne l’entità e stabilire il corretto trattamento chirurgico. Per prevedere e ottenere il miglior risultato possibile è fondamentale valutare anche il tipo cute che riveste la piramide e la punta nasale e quanto il difetto sia dovuto alla componente ossea e quanto a quella cartilaginea. Per cui solo dopo aver correttamente informato il paziente riguardo la correzione da attuare e il risultato raggiungibile è possibile passare alla fase chirurgica.

    Gallery

    Caso 25-15 Rinoplastica Controllo a 1 mese

    Caso 25-15 Rinoplastica Controllo a 1 mese

    Caso 32-15 Rinoplastica Controllo a 4 mesi

    Caso 32-15 Rinoplastica Controllo a 4 mesi

    Caso 51-17 Rinoplastica Controllo a 1 mese

    Caso 51-17 Rinoplastica Controllo a 1 mese

    Vedi Gallery Completa

    LE COMPLICANZE

    Lividi e gonfiore di tutto il distretto nasale sono normali sequele dell’intervento. Per quanto descritte in letteratura medica, raramente possono permanere asimmetrie, deviazioni o irregolarità ossee e cartilaginee che possono essere comunque corrette con piccoli ritocchi.




    Per maggiori informazioni contatta lo Specialista Dott. Vincenzo Galante che risponderà in prima persona.